image-338
image-338

Read the Privacy Policy

© 2014-2020 All Rights Reserved | Knotty Translations


facebook
twitter
linkedin

Read the Cookie Policy

Photo credit London Video Stories

Knotty Translations

Premi letterari nel Regno Unito

27/08/2020 16:18

Emma

Letteratura, Traduzione, Traduzione, Libri, Letteratura, Premi letterari, Booker Prize, International Booker Prize, Costa Book Awards, Women's Prize For Fiction, Letteratura inglese,

Premi letterari nel Regno Unito

In questo post vi presento alcuni dei premi letterari più famosi del Regno Unito e vi offro qualche spunto di lettura

 

 

 

Alcuni dei premi letterari più famosi del Regno Unito e qualche spunto di lettura

 

 

 

Cari lettori,

 

Ieri è stato annunciato il vincitore dell'International Booker Prize: The Discomfort of Evening, scritto in neerlandese da Marieke Lucas Rijneveld e tradotto in inglese da Michele Hutchison.

Se vi interessate alla letteratura e alla traduzione letteraria, sicuramente terrete d'occhio questo e altri premi che si concedono alle opere scritte nelle vostre lingue di lavoro. Qualche tempo fa mi sono dedicata a fare una lista di premi letterari di alcuni Paesi di lingua inglese e, in occasione della notizia di ieri, ho pensato di condividere con voi giusto alcuni dei più famosi premi letterari del Regno Unito. Ho usato i titoli italiani dei libri premiati di recente (e citato i nomi dei traduttori italiani, ovviamente) nel caso vogliate cercarli.

Iniziamo proprio da The Booker Prize, che fu istituito nel 1969 col proposito di premiare il miglior romanzo scritto in lingua inglese e pubblicato nel Regno Unito o in Irlanda. Era inizialmente chiamato Booker–McConnell Prize dal nome dello sponsor e poi Man Booker Prize dal 2002 al 2019 quando lo sponsor principale era Man Group. Ora che lo sponsor è l’organizzazione senza scopo di lucro Crankstart, il nome del premio è semplicemente The Booker Prize. È uno dei premi più ricchi, il vincitore riceve 50000 sterline (58000 euro), e quindi anche tra i più ambiti. Per regolamento, il premio non può essere condiviso da vari autori ma l'anno scorso la giuria ha causato non poche polemiche quando ha deciso di assegnare il premio ex aequo a Margaret Atwood per I testamenti (tradotto in italiano da Guido Calza) e a Bernardine Evaristo per Ragazza, donna, altro (in uscita in Italia a novembre con traduzione di Martina Testa).

 

La stessa Bernardine Evaristo si è detta felice di condividere il premio con Margaret Atwood seppure con un ma dopo la frase. Vi lascio il link all'intervista in inglese, ma basicamente dice che, essendo lei la prima donna di colore a vincere il premio, se fosse stata la vincitrice assoluta, quella vittoria avrebbe mandato un messaggio diverso da quello che manda una vittoria condivisa.

L’International Booker Prize (quello che è stato assegnato ieri), invece, è stato istituito nel 2004 e premia un libro tradotto in inglese e pubblicato nel Regno Unito o in Irlanda. In questo caso, le 50000 sterline vengono divise tra l’autore e il traduttore. Come ho detto prima, quest'anno il premio è andato a The Discomfort of Evening, scritto da Marieke Lucas Rijneveld e tradotto in inglese da Michele Hutchison. In italiano, il titolo del libro è Il disagio della sera e la traduzione è di Stefano Musilli. Questo è il video che l'International Booker Prize ha condiviso.

Un altro premio importante è The Women’s Prize for Fiction, che quest'anno festeggia i 25 anni. Nonostante le critiche di chi lo ritiene un premio discriminante e sessista, è uno dei più importanti del Regno Unito e la BBC ha parlato del Women’s Prize for Fiction, del Booker Prize e del Costa Book Awards (di cui vi parlerò tra poco) come della trinità dei premi letterari del Paese.

 

Un gruppo di esperti del settore (giornalisti, critici, editori, agenti, bibliotecari e librai) si riunì a gennaio del 1992 per porre rimedio al fatto che tra i candidati al Booker Prize del 1991 non ci fosse alcuna donna nonostante l’alto numero di autrici che avevano pubblicato romanzi in quell’anno. Decisi a fare qualcosa al riguardo, iniziarono a cercare fondi e sponsor e, dopo un lungo periodo di gestazione, il premio venne inugurato nel 1996 con Orange come sponsor principale. Il nome è cambiato più volte e ora è The Women’s Prize for Fiction e ha tre sponsor.

 

Il premio ancora una volta di 30000 sterline viene assegnato al miglior romanzo scritto in inglese da autrici di qualsiasi nazionalità e pubblicato nel Regno Unito l’anno precedente. La vincitrice del 2019 è stata Tayari Jones con Un matrimonio americano (tradotto in italiano da Ada Arduini) e il 9 settembre verrà annunciato il vincitore di quest'anno.

womensprizeforfiction-1598536650.jpg

Il Costa Book Awards è una serie di premi istituiti nel 1971 per opere di scrittori residenti nel Regno Unito o in Irlanda. Inizialmente il nome era Whitbread Book Awards ed è diventato Costa Book Awards nel 2006, quando la Costa Coffee era ancora parte di Whitbread Plc (nel 2018 è stata acquistata dalla Coca-Cola).

 

Le categorie per i premi sono: esordio, romanzo, biografia, poesia e libri per bambini. Viene poi scelto un vincitore assoluto, il libro dell’anno, tra le cinque categorie. I partecipanti vengono iscritti dagli editori entro la fine di giugno e i vincitori vengono proclamati alla fine di gennaio dell’anno successivo.

 

Il vincitore dell'edizione del 2019 è stato Volontario ad Auschwitz di Jack Fairweather che apparteneva alla sezione biografia (in italiano uscirà il 7 settembre). I vincitori delle varie categorie per l'edizione del 2020 verranno annunciati il 4 gennaio 2021 e poi il 26 gennaio verrà annunciato il libro dell'anno. Il premio per il libro dell’anno è di 30000 sterline (35000 euro) mentre il vincitore di ogni categoria riceve 5000 (5800 euro) sterline. Dal 2012 è stata aggiunto anche il premio per il miglior racconto.

costabooksawards-1598536673.png

Vi interessate a questi premi letterari? Avete letto qualcuno di questi libri? Fatemi sapere.

 

KT

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder